Il Markdown deve bastare


E avanzare pure.

Commodore PET

Siti dinamici: più croce che delizia, direi; indispensabili, sembrerebbe, anche solo per il classico sito monopagina. Piacciono anche a me, ne ho uno schifoso da qualche parte, fatto per capire qualche meccanismo. Quella singola pagina, solitamente, basta a veicolare tutte le informazioni necessarie: chi sono, che ho fatto, che vorrei fare, come contattarmi: perché ricorrere a database, CMS1, valanghe di plugin coi loro aggiornamenti e le possibili vulnerabilità, css, php, html, javascript, Flash, Silverlight, cookie, tracker… ok: un bel po' di questa roba è quasi obbligatoria. Non per me, non per questo sito.

Tutto materiale che introduce peso2, complessità3, lentezza4.

Il MarkDown, invece, è agile, snello. È un eterno file di testo, perché in eterno saranno leggibili quei file: la sintassi di base richiede pochi minuti per essere memorizzata, anche ai tordi come me. Basta un qualsiasi editor testuale, attualmente uso Notepad++.5

L’immagine allegata6non ha senso nel contesto; il blog, graficamente, è ispirato a Low Tech Magazine7.


  1. Content Management System, strumenti e interfacce per gestire siti anche senza scrivere una linea di codice, Wordpress il più diffuso. ↩︎

  2. Un qualsiasi sito odierno (autunno 2021 mentre scrivo), ai tempi dei modem 33,6 e 56k, avrebbe richiesto minuti su minuti di caricamento: ricordate gli mp3 e Winmx, il trionfo di un file da due o tre mega al 100%? La mole di dati è analoga, anzi: quegli mp3 a 128 kB, probabilmente, pesavano anche meno della famosa, moderna singola pagina. ↩︎

  3. La mostruosa sequenza di eventi e meccanismi di cui sopra, necessaria a visualizzare tre linee di testo che, probabilmente, neanche vale la pena leggere. Come queste, ma sto usando il MarkDown. Almeno. ↩︎

  4. A due secondi dall’invio, se il sito non è ancora stato visualizzato, iniziano gli attacchi di panico; al terzo secondo, gli occhi ruotano nelle loro orbite, mostrando ormai il solo bianco. Si sta già cercando altro, freneticamente, dopo soli 4 secondi. ↩︎

  5. https://notepad-plus-plus.org/ ↩︎

  6. Pubblicata su https://koney-scanlines.tumblr.com/ ↩︎

  7. https://solar.lowtechmagazine.com/ - Potrebbe essere offline, server a energia solare. ↩︎