About


Sono un tale.

All’inizio di internet, l’inizio per i comuni mortali, eravamo tutti dei tali, nick in una rete ancora piccola piccola: ci si conosceva praticamente tutti, in certi ambiti più “specialistici”.

Penso alle comunità nate su Geocities: siti di html dozzinale copiato qua e là, stracolmi di gif animate, coi guestbook e i ring. 15 mega a indirizzo, avanzavano pure, oggi bastano per una pagina: “Welcome”, tagline e un pulsante per la CTA. Come in un ristorante per obesi, dove ogni piatto è un inno allo strutto, una poema di cioccolato ripieno di burro, glassato di miele e annegato nella panna.
Questa l’evoluzione di quei territori, una volta incontaminati: un all you can eat per obesi. Sarebbe interessante un paragone con la neotopografia.

Intanto, son passati circa 25 anni: un tempo assolutamente sufficiente a disamorarsi della vita, dell’informatica e di tutto quanto. Ho assistito al trionfo e alla caduta della netiquette, ho vissuto il secondo eternal september, scatenato dai giga mensili dei telefonini. Ho visto questo e altro e sono molto stanco.